Arnica montana: perché è molto utilizzata in fitoterapia

Arnica montana: perché è molto utilizzata in fitoterapia

L’arnica montana è una pianta perenne che, come rivela il nome, è caratteristica degli ambienti di montagna.

In Italia le piante di arnica montana si trovano soprattutto nelle Alpi e negli Appennini, dove si possono facilmente riconoscere per i loro fiori gialli. Sono proprio i suoi fiori ad essere utilizzati in fitoterapia a causa delle loro straordinarie proprietà.

Esistono pomate e unguenti a base di arnica montana che vengono consigliati per la loro notevole funzione analgesica o con lo scopo di migliorare localmente la circolazione sanguigna, ma il loro utilizzo è molto più esteso.

Quali sono, quindi, le proprietà dell’arnica montana? In quali situazioni può essere particolarmente d’aiuto?
Vediamolo subito!

L’arnica montana come analgesico naturale

Le nostre nonne lo sapevano bene: l’arnica montana è un vero e proprio antidolorifico che ci ha regalato la natura.

Questa pianta è il rimedio per eccellenza a traumi e contusioni ed è per questo motivo che viene abbondantemente usata dagli sportivi.

Gli sportivi infatti - con maggiore frequenza rispetto a chi ha una vita prevalentemente sedentaria - vanno incontro a traumi, ematomi, lesioni muscolari o articolari che causano dolori e, talvolta, anche difficoltà nei movimenti.

Una pomata di qualità e naturale a base di arnica montana dona sollievo ed attenua i dolori, consentendo di evitare il ricorso a farmaci in moltissimi casi.

Entrando un po’ di più nello specifico, la crema all’arnica montana è un rimedio naturale in caso di:

  • Distorsioni delle ginocchia o delle caviglie
  • Lussazioni
  • Strappi muscolari dolorosi
  • Tensioni muscolari
  • Debolezza muscolare
  • Contratture
  • Fratture (sembra addirittura che, applicata localmente, aiuti la cicatrizzazione della frattura)
  • Dolori articolari in presenza di artrosi
  • Ecchimosi ed ematomi
  • Reumatismi

Prima di ricorrere a farmaci da applicare localmente o da assumere per via orale, quindi, è consigliabile provare l’applicazione di una pomata all’arnica, che è naturale.

Arnica montana: altri utilizzi e benefici

Ci sono diverse altre proprietà che rendono questa pianta molto una vera e propria “cura naturale”.

Oltre alla funzione analgesica, l’applicazione topica di una crema all’arnica montana può essere un valido aiuto per:

  • Punture di insetti
    Allevia la fastidiosa sensazione di prurito e contribuisce a diminuire il gonfiore e l’arrossamento.
  • Infiammazioni cutanee, acne e foruncoli della pelle
    L’arnica è anche un potente antisettico e contribuisce ad eliminare i batteri e ad attenuare le infiammazioni.
  • Ematomi ed ecchimosi post operatorie
    L’arnica permette di prevenire o di assorbire rapidamente ematomi e gonfiori derivanti da traumi, donando anche sollievo all’area interessata e riattivando localmente la circolazione.

Creme e gel a base di arnica montana

Se ti capita spesso di incorrere nei disturbi o nei traumi sopra menzionati e non hai un prodotto a base di arnica montana, vogliamo consigliarti una crema e un gel di altissima qualità, che permettono di ricavare il massimo beneficio da questa pianta.

Il primo prodotto è una crema all'arnica montana in un tubetto da 50 ml, comodo da tenere in borsa anche quando si viaggia. Per vedere la scheda completa di questa crema ed eventualmente acquistarla clicca qui.

L’altro prodotto ha una consistenza diversa, essendo un gel. Il principio attivo è lo stesso e la scelta tra gel e pomata varia principalmente a seconda delle preferenze di ognuno. Anche questo prodotto (unguento all'arnica) è naturale, di altissima qualità e consente di godere al meglio dei benefici dell’arnica montana.

Se ti interessano i rimedi naturali e hai gradito l’articolo, metti "mi piace" alla nostra pagina facebook per non perderti informazioni, consigli e novità!