Sostanze dannose dei cosmetici e pericoli per la salute

Sostanze dannose dei cosmetici e pericoli per la salute

I cosmetici di uso comune che pullulano negli scaffali dei supermercati hanno confezioni colorate che catturano l’attenzione con le loro forme armoniose, i loro profumi che tanto ci piacciono e i loro slogan che promettono gli effetti che cerchiamo.

Spesso si tratta di prodotti di marche note e questo ci rassicura sulla loro qualità, anche inconsciamente.

Ma dove sta il problema in una confezione attraente o in un profumo gradevole?

Da nessuna parte!

Aspetta, non abbiamo detto che non ci sia.

Confezione e profumo sono i non-problemi che celano con maestria i veri rischi di ingredienti chimici.

Non vogliamo seminare allarmismo, ma vogliamo informarti circa i danni arrecati, soprattutto sul lungo termine, da alcuni prodotti che utilizzi, a meno che tu non acquisti cosmetici naturali.

In quel caso puoi continuare comunque a leggere, per essere più convinto/a e soddisfatto/a della tua scelta.

Ecco i danni che le sostanze contenute nell’INCI di molti prodotti per la detersione (saponi, shampoo, balsamo, dentifricio, crema notte, crema per le mani, deodorante, colluttorio etc) e, più in generale, per la cosmesi.

Come da titolo, per ogni rischio sono elencati gli ingredienti chimici ritenuti responsabili di un incremento del rischio o, addirittura, della genesi del pericolo.

Rischi per la salute delle sostanze chimiche contenute nei cosmetici

1) Cancro.

Le sostanze potenzialmente cancerogene sono:

  • Formaldeide. Questa sostanza nel 2016 è passata da cancerogeno “sospetto” a cancerogeno “presunto o certo”. L’esposizione alla formaldeide è associata all’insorgenza di carcinomi delle ghiandole mammarie, dello stomaco, dell'intestino, linfomi e leucemie.
  • DEA (diethanolamine), MEA (monoethanolamine) e TEA (triethanolamine). Sono composti chimici utilizzati prevalentemente nei prodotti da detersione come shampoo, sapone, bagnoschiuma, docciaschiuma, etc. Formano nitrati e nitrosamine, agenti cancerogeni collegati ad una maggiore insorgenza di cancro ai reni e al fegato.
  • Polietilene glicole (PEG). È una sostanza utilizzata per rendere i prodotti più assorbibili dalla pelle, ma spesso in associazione ad altri ingredienti cancerogeni.
  • Talco. Sembra ci sia una correlazione tra utilizzo di questa sostanza ed aumento del rischio di cancro ovarico.
  • Parabeni (Butylparaben, parahydroxybenzoate de méthyle, methylparaben, 4-hydroxybenzoate de propyl, éthylparaben, isopropylparaben): alcuni potrebbero essere connessi ad una maggiore incidenza di patologie cancerogene.
  • Sali di alluminio (Aluminium chlorohydrate, aluminium stearate, aluminum sulfate) Potrebbero essere all'origine di cancro al seno o di malformazioni ossee.
  • Ftalati. Sono plastificanti vietati nei giocattoli per bambini nell’UE, ma sono presenti in profumi e deodoranti. Alterano il sistema endocrino e hanno un potenziale cancerogeno.
  • Glicoli eteri (Phénoxyéthanol, phénoxytol). Si trovano nei cosmetici, ma anche nelle vernici. Sono molto tossici e sospettati di essere cancerogeni.
  • Triclosano. Noto antibatterico usato in colluttori, saponi e detersivi.

2) Occlusione delle cellule della pelle e dei capelli

Le sostanze che provocano questo effetto sono:

  • Siliconi, oli minerali e sali di alluminio (dimethicone, dimethiconol, cyclopentasiloxane, phényldiméthylpolysioxane, Ammoniums quaternaires: cetrimonium, stearalkonium chloride, behentrimonium methosulfate. Huiles minérale : paraffinum liquidum, petrolatum, ceresin, mineral oil).
  • Sali di alluminio (Aluminium chlorohydrate, aluminium stearate, aluminum sulfate).
  • Talco

3) Allergie ed irritazioni cutanee

Per ridurre il rischio di irritazioni è bene limitare i prodotti contenenti parabeni (Butylparaben, parahydroxybenzoate de méthyle, methylparaben, 4-hydroxybenzoate de propyl, éthylparaben, isopropylparaben)!

4) Eliminazione delle barriere protettive della pelle

I responsabili di questo rischio sono i solfati (Laurylsulfate de sodium, sodium laureth sulfate, ammonium lauryl sulfate).
I solfati sono sostanze chimiche presenti in numerosissimi prodotti per la detersione dotate di potere sgrassante. Arrivano ad inaridire la pelle al punto di sopprimerne le sue barriere naturali, lasciando penetrare gli inquinanti esterni.

5) Inquinamento ambientale

Le 3 sostanze maggiormente legate al rischio di inquinamento sono:

  • Triclosano
  • Derivati dal silicone
  • Glicoli eteri

Prima di concludere, ci teniamo a sottolineare che il rischio non si concretizza in maniera assoluta e che, ovviamente, a determinare lo stato di salute di una persona concorrono molti fattori.

Limitare l’esposizione ad alcune sostanze correlate ai pericoli menzionati, però, dovrebbe diventare un’abitudine per tutti.

Se vuoi dare un’occhiata alla nostra selezione di prodotti naturali per la pelle puoi cliccare qui e, per rimanere aggiornato e leggere informazioni, consigli e novità, clicca “mi piace” sulla nostra pagina facebook!